Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 31/10/2017
[documento in formato PDF:Codice etico]

PREMESSA
ALICENOVA – SINERGIE SOLIDALI nasce nel 2017 da un percorso di fusione avviato nel 2015 dalle due cooperative sociali operanti rispettivamente nella provincia di Roma e nella provincia di Viterbo: Sinergie e Alice, da qui il nome ALICENOVA – SINERGIE SOLIDALI, di seguito ALICENOVA.

ALICENOVA è espressione prima di tutto dei propri soci, dipendenti e collaboratori con i quali, per i quali e attraverso i quali, svolge attività sul territorio al fine di perseguire l’interesse generale della comunità, la promozione umana e l’integrazione sociale dei cittadini. Per tale motivo, il presente codice etico è un documento di sintesi tanto dei principi e dei valori della cooperativa, che dei soci, dipendenti, collaboratori che la animano.

I principi comuni, che ispirano il lavoro di ALICENOVA, vengono raccolti formalmente in un Codice Etico di Comportamento nella convinzione che solo rispettando le norme e valorizzando le persone e l’ambiente che ci circonda, si costruisce l’affidabilità, la stima e la reputazione di un’organizzazione di sani valori. Il Codice Etico rappresenta un elemento distintivo ed identificativo nei confronti del mercato e dei terzi perché specchio dei valori e del codice di comportamento della cooperativa ALICENOVA.

Il codice etico di ALICENOVA, è il frutto di un lavoro di analisi, confronto e sintesi dei principi e valori condivisi dalle cooperative durante il percorso di fusione e del laboratorio partecipato con il CdA e figure della tecnostruttura, dedicato espressamente alla costruzione del codice etico e incentrato su: l’identificazione delle caratteristiche del “socio tipo” della cooperativa, individuazione dei principali valori cui la cooperativa si ispira nella gestione de: affari e attività aziendali; lavoro, tutela e valorizzazione dei collaboratori; comunicazione e relazioni esterne. Interviste a campione di dipendenti e dei responsabili dei servizi e attività di coinvolgimento e partecipazione attiva degli stakeholder e delle risorse umane della cooperativa stessa, hanno contributo a completare e arricchire il contenuto del codice etico della cooperativa.

ALICENOVA è consapevole che l’autorevolezza di un’azienda si riconosce, oltre che dalla sua storia, dalla competenza dei suoi soci/dipendenti/collaboratori e dall’alta qualità del servizio fornito alla clientela, anche dall’attenzione posta alle esigenze dell’intera collettività.

A tutti coloro che operano nella cooperativa, che con essa collaborano, è richiesta la conoscenza e condivisione del presente Codice Etico poiché costituisce il fondamento dell’attività della stessa ed è il primo passo per concorrere al perseguimento della vision della cooperativa.

Attraverso la sistematizzazione di un codice etico che regoli un comportamento rispettoso dell’Etica Sociale e civile, della Stewardship (gestione etica delle risorse) della salvaguardia Ambientale e della Sicurezza delle persone coinvolte, ALICENOVA si pone l’obiettivo di perseguire l’eccellenza nel mercato in cui opera, contribuendo a dare valore aggiunto non solo alle proprie attività ma anche ai propri dipendenti, clienti e in generale per la comunità.

IL CODICE ETICO: INTRODUZIONE
Il Codice Etico è prima di tutto un documento sentito e voluto dai soci della cooperativa con lo scopo di esplicitare i propri valori ed il modus operandi che fin dall’anno della fusione l’ha contraddistinta come una realtà trasparente, corretta, affidabile ed inclusiva.

ALICENOVA, adotta inoltre il presente Codice Etico, anche come carta dei diritti e dei doveri morali che definisce la responsabilità etico-sociale di ogni partecipante alla cooperativa, aprendosi ad un’ottica di responsabilità sociale. Per tale motivo tutti i membri dell’organizzazione stessa (amministratori, manager, dipendenti, consulenti, partner, fornitori) devono ispirarsi, senza alcuna eccezione, nei rapporti sia interni sia esterni e per la realizzazione della mission della cooperativa.

Il presente Codice Etico, è un insieme di principi positivi e di regole di comportamento che ALICENOVA ha scelto volontariamente di adottare e rendere pubblico come concreta espressione dei suoi propositi verso i propri stakeholder.

Il codice etico è parte essenziale del sistema di controllo interno della cooperativa e costituisce parte integrante del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 8 giugno 2001 n. 231. L’adozione di alcuni comportamenti esplicitati all’interno del Codice Etico di ALICENOVA è espressione dell’impegno della cooperativa alla prevenzione delle condotte illecite sanzionate dal Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231.

I destinatari dei principi e delle regole di comportamento del presente Codice Etico sono: i membri del Consiglio d’Amministrazione, i Sindaci, i dipendenti, i soci, i collaboratori, i fornitori e tutti coloro che operano con e per la cooperativa.

Il documento è deliberato dal Consiglio di Amministrazione che provvederà a diffonderlo a tutti gli interessati e ad informarli tempestivamente in merito ad ogni sua modifica od integrazione.

I principi etici e sociali enunciati, si ricollegano alla storia della cooperativa, e soprattutto allo spirito di cooperazione, professionalità e rispetto della persona che la contraddistingue. A questi principi si integrano quelli emersi durante il laboratorio partecipato dedicato alla costruzione del codice etico e l’identificazione delle caratteristiche del “socio tipo” della cooperativa, con particolare riferimento al principio e valore della responsabilità e corresponsabilità dei soci.

L’impegno della cooperativa è di assicurare che le attività dei propri servizi vengano svolte nell’osservanza della legge, con onestà, integrità, correttezza e in buona fede, nel rispetto degli interessi legittimi degli utenti, soci, amministratori, dipendenti, collaboratori, fornitori e dei partner contrattuali.

La cooperativa assume l’impegno di organizzare il complesso delle proprie attività in modo che i propri soci, amministratori, dipendenti, collaboratori, fornitori non commettano reati o illeciti che contrastino con l’interesse pubblico e gettino discredito sull’immagine e la credibilità della cooperativa stessa.

Dovranno inoltre essere adottate tutte le misure organizzative e gestionali necessarie a prevenire il compimento dei reati.

1. PRINCIPI GENERALI DI CONDOTTA ETICA

1.1 ETICA NELLA CONDUZIONE DEGLI AFFARI E ATTIVITÀ AZIENDALI

1.1.1 PRINCIPI E VALORI DELLA COOPERAZIONE
ALICENOVA, opera nel rispetto dei valori riconosciuti sui quali si basa la cooperazione:

  • Democrazia
  • Eguaglianza
  • Equità
  • Solidarietà
  • Autosufficienza
  • Auto-responsabilità

Allo stesso modo, ALICENOVA abbraccia i 7 Principi della cooperazione ai quali si ispira:

1° Principio: Adesione libera e volontaria: Le cooperative sono organizzazioni volontarie aperte a tutti gli individui capaci di usare i servizi offerti e desiderosi di accettare le responsabilità connesse all’adesione, senza alcuna discriminazione sessuale, sociale, razziale, politica o religiosa.

2° Principio: Controllo democratico da parte dei soci: Le cooperative sono organizzazioni democratiche, controllate dai propri soci che partecipano attivamente nello stabilire le politiche e nell’assumere le relative decisioni. Gli uomini e le donne eletti come rappresentanti sono responsabili nei confronti dei soci. Nelle cooperative di primo grado, i soci hanno gli stessi diritti di voto (una testa, un voto), e anche le cooperative di altro grado sono ugualmente organizzate in modo democratico.

3° Principio: Partecipazione economica dei soci: I soci contribuiscono equamente al capitale delle proprie cooperative e lo controllano democraticamente. Almeno una parte di questo capitale è di norma proprietà comune della cooperativa. I soci di norma, percepiscono un compenso limitato, se del caso, sul capitale sottoscritto come condizione per l’adesione. I soci allocano i surplus per qualunque dei seguenti scopi: sviluppo della cooperativa, possibilmente creando delle riserve, parte delle quali almeno dovrebbe essere indivisibile; benefici per i soci in proporzione alle loro transazioni con la cooperativa stessa, e sostegno ad altre attività approvate dalla base sociale.

4° Principio: Autonomia ed indipendenza dei soci: Le cooperative sono organizzazioni autonome, autosufficienti controllate dai soci. Nel caso in cui esse sottoscrivano accordi con altre organizzazioni (incluso i governi) o ottengano capitale da fonti esterne, le cooperative sono tenute ad assicurare sempre il controllo democratico da parte dei soci e mantenere l’autonomia dalla cooperativa stessa.

5° Principio: Educazione, formazione ed informazione: Le cooperative s’impegnano ad educare ed a formare i propri soci, i rappresentanti eletti, i managers e il personale, in modo che questi siano in grado di contribuire con efficienza allo sviluppo delle proprie società cooperative. Le cooperative devono attuare campagne di informazione allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica, particolarmente i giovani e gli opinionisti di maggiore fama, sulla natura e i benefici della cooperazione.

6° Principio: Cooperazione tra cooperative: Le cooperative servono i propri soci nel modo più efficiente e rafforzano il movimento cooperativo lavorando insieme, attraverso le strutture locali nazionali, regionali e internazionali.

7° Principio: Interesse verso la comunità: Le cooperative lavorano per uno sviluppo sostenibile delle proprie comunità attraverso politiche approvate dai propri soci.

1.1.2 LEGALITÀ
ALICENOVA opera nell’assoluto rispetto della legge e del presente Codice.

La cooperativa opera nel pieno rispetto delle leggi e dei regolamenti in vigore nel territorio in cui svolge la propria attività, nonché del presente Codice Etico, dell’etica professionale e delle procedure e regolamenti interni.

La cooperativa si impegna poi ad adottare le misure utili e necessarie affinché il vincolo del rispetto della legislazione sia garantito da tutti i destinatari del codice.

La cooperativa proibisce la corruzione in tutte le sue attività. Questa politica si applica a tutte le transazioni tra la cooperativa e qualsiasi altro soggetto, indipendentemente dal fatto che sia un ente privato, un rappresentante della Pubblica Amministrazione o incaricato di pubblico servizio.

1.1.3 INTEGRITÀ
Il perseguimento degli interessi della cooperativa non può mai giustificare una condotta contraria ai principi di legalità, onestà e correttezza. E’ impegno della cooperativa informare in modo chiaro e trasparente gli interlocutori circa la propria situazione e il proprio andamento.

1.1.4 LEALTÀ E ONESTÀ
ALICENOVA considera lonestà intellettuale il filtro attraverso cui passano tutti gli altri valori.

Per tale motivo, ALICENOVA ed i suoi soci/dipendenti/collaboratori si impegnano a: mantenere una coerenza tra ciò che dichiarano e ciò che realmente fanno; chiedersi se i propri ragionamenti siano obiettivi o se invece li stiano manipolando per trarne un qualche vantaggio; chiedersi se le proprie azioni siano scevre da secondi fini e corrispondano realmente a quello che raccontano di essere e di fare; realizzare una concorrenza leale, nel rispetto della normativa nazionale e comunitaria, nella consapevolezza che una concorrenza virtuosa costituisce un sano incentivo ai processi di innovazione e sviluppo, tutela altresì gli interessi dei consumatori e della collettività.

Per la cooperativa, la lealtà e l’onestà rappresentano principi fondamentali per tutte le attività, per le iniziative, i rendiconti, le comunicazioni e costituisce elemento essenziale della gestione. I soci/dipendenti/collaboratori e gli stakeholder del presente documento sono tenuti ad assumere un atteggiamento corretto ed onesto sia nello svolgimento delle proprie mansioni sia nei rapporti con gli altri componenti della cooperativa evitando comportamenti illeciti.

I rapporti con i portatori d’interesse sono improntati a criteri e comportamenti di imparzialità, correttezza, collaborazione, lealtà e rispetto reciproco.

1.1.5 TRASPARENZA
Le attività ALICENOVA sono improntate al principio della trasparenza fondato sulla veridicità, chiarezza e completezza dell’informazione. A tal fine, la cooperativa, definisce i ruoli e le responsabilità connesse ad ogni processo e richiede ai Destinatari la massima trasparenza nel fornire ai propri interlocutori, ed in particolare agli Utenti ed ai Terzi, informazioni rispondenti a verità e di facile comprensione. Tale impegno dovrà valere anche per consulenti, fornitori, soci/dipendenti/collaboratori e per chiunque abbia rapporti con la cooperativa.

La cooperativa si impegna a fornire informazioni complete, trasparenti, comprensibili ed accurate, in modo tale da consentire agli stakeholder di prendere decisioni autonome nella consapevolezza delle alternative possibili.

ALICENOVA considera la trasparenza dei bilanci e della contabilità un principio fondamentale per l’esercizio della propria attività e per la tutela della propria reputazione.

1.1.6 RISPETTO DELLA DIGNITÀ DELLA PERSONA
Le risorse umane rappresentano un elemento fondante per l’esistenza, il consolidamento e lo sviluppo della cooperativa.

La professionalità, la motivazione e il senso d’appartenenza sono valori fondamentali per la realizzazione della mission della cooperativa. Il capitale umano è una risorsa strategica, non solo per la gestione dei servizi, ma anche per creare valore nella comunità di riferimento.

E’ per questo che ALICENOVA è impegnata nello sviluppare le competenze e stimolare le capacità e le potenzialità dei propri soci e dipendenti, anche attraverso la formazione, affinché possano trovare piena realizzazione nel raggiungimento degli obiettivi della cooperativa.

La cooperativa si impegna perché venga garantito a tutti il rispetto dell’integrità fisica e culturale e la dimensione relazionale con gli altri. ALICENOVA si impegna perché venga garantita la pari opportunità di lavoro a tutti i soci sulla base delle capacità e competenze di ciascuno, senza alcuna discriminazione di sesso, opinione politica e sindacale, razza, orientamento sessuale, religione, cultura e nazionalità.

Il principio della non discriminazione trova applicazione anche nei rapporti con gli stakeholder e nella selezione dei fornitori, nonché nei rapporti con enti ed Istituzioni.

ALICENOVA mette al centro la persona, in quanto essere umano, nei propri ragionamenti e nelle proprie azioni e per tale motivo si impegna a garantire il benessere della persona in tutte le sue sfaccettature, rispettando l’individuo, nella sua complessità, tenendo conto anche del contesto lavorativo e di relazione senza dimenticare la reciprocità di tale principio.

La cooperativa fonda le sue scelte di selezione del personale su procedure chiare evitando favoritismi.

1.1.7 CORRETTEZZA
La cooperativa persegue l’oggetto sociale nel rispetto della legge, dello Statuto e dei regolamenti sociali, assicurando il corretto funzionamento degli organi sociali e la tutela del patrimonio e del capitale sociale, la propria funzione mutualistica, salvaguardando l’integrità del capitale sociale e del patrimonio rispettando i criteri di efficienza, efficacia ed economicità dei servizi.

I soci, dipendenti, collaboratori, amministratori contribuiscono alla tutela e alla salvaguardia dei beni aziendali e li utilizzano con cura, diligenza e parsimonia e nel rispetto delle procedure interne; ognuno è responsabile della protezione delle risorse affidate ed è tenuto ad utilizzare le dotazioni della cooperativa solo per l’espletamento delle mansioni lavorative a cui è preposto.

1.1.8 ASSENZA DI CONFLITTO DI INTERESSI
Il rapporto tra ALICENOVA ed i propri dipendenti è fondato sulla reciproca fiducia: i dipendenti sono, pertanto, tenuti a operare per favorire gli interessi dell’azienda, nel rispetto dei valori di cui al presente Codice.

I soci/dipendenti/collaboratori devono astenersi da qualsiasi attività che possa configurare conflitto con gli interessi di ALICENOVA rinunciando al perseguimento di interessi personali in conflitto con i legittimi interessi della Società.

Nei casi in cui si possa raffigurare la possibilità di sussistenza di un conflitto di interessi, i soci/dipendenti/collaboratori sono tenuti a rivolgersi, senza ritardo, al proprio apicale affinché l’azienda possa valutare, ed eventualmente autorizzare, l’attività potenzialmente in conflitto.

Nei casi di violazione, la cooperativa adotterà ogni misura idonea a far cessare il conflitto di interessi, riservandosi di agire a propria tutela.

1.1.9 SICUREZZA DELLA SALUTE E CONDIZIONI DI LAVORO
Nello svolgimento delle propria attività, la cooperativa opera nel rispetto del D. Lgs. n. 81/2008 e delle normative in materia di sicurezza dei locali, sia per quanto riguarda gli ambienti di lavoro, che rispetto ai luoghi aperti al pubblico.

ALICENOVA si impegna ad offrire al proprio personale un ambiente di lavoro sano, sicuro e rispettoso della dignità dei lavoratori.

La sicurezza sui luoghi di lavoro è assicurata sia implementando rigorosamente le disposizioni previste dalla legge in vigore, sia promuovendo attivamente la cultura della sicurezza attraverso specifici programmi formativi. La formazione del personale rappresenta un elemento centrale del sistema di gestione adottato. ALICENOVA tutela la salute dei propri lavoratori, garantendo altresì il rispetto delle norme igieniche e di prevenzione sanitaria.

1.1.10 IMPEGNO PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE E RESPONSABILITÀ VERSO L’ESTERNO
La cooperativa si impegna a monitorare e ove, nel caso, minimizzare gli effetti potenzialmente nocivi delle attività svolte sull’ambiente, conformemente alle direttive nazionali e regionali in materia. I destinatari del presente codice contribuiscono al processo di protezione dell’ambiente attraverso attività tangibili e documentate.

1.1.11 RISERVATEZZA
La riservatezza è considerata un valore fondamentale per la Cooperativa.

ALICENOVA assicura la riservatezza delle informazioni in proprio possesso, l’osservanza della normativa in materia di dati personali e si astiene dal ricercare dati riservati attraverso mezzi illegali.

Tutte le informazioni che non siano di pubblico dominio relative alla Cooperativa e alla sua attività, di cui un destinatario del Codice Etico sia in possesso per ragioni di funzioni, devono considerarsi riservate ed essere utilizzate solo per lo svolgimento della propria attività lavorativa, ponendo ogni cura per evitare la indebita diffusione o utilizzo di tali informazioni.

1.1.12 ANTIRICICLAGGIO
ALICENOVA ha interesse a che l’esercizio della propria attività avvenga nel rispetto della normativa antiriciclaggio e di tutte le disposizioni emanate in materia dalle Autorità competenti.

Per tale ragione, tutti i Destinatari del presente Codice sono tenuti ad operare in modo tale da evitare di essere implicati o coinvolti in operazioni idonee, anche potenzialmente, a favorire il riciclaggio di proventi da attività criminali ed illecite in qualsiasi forma o modo.

Nessuna transazione economica/finanziaria può essere posta in essere al di fuori delle procedure che regolano la modalità di gestione delle risorse finanziarie.

1.1.14 RESPONSABILITÀ PERSONALE E CORRESPONSABILITÀ
ALICENOVA promuove la responsabilità personale dei soci/lavoratori/collaboratori della cooperativa e la mobilitazione della partecipazione attiva dei soci intesa non come collaborazione lavorativa ma presa di responsabilità (corresponsabilità) ed autoimprenditorialità.

2. RAPPORTI INTERNI

2.1 DOVERI DEI SOCI LAVORATORI/DIPENDENTI/COLLABORATORI
A ciascuno dei soci/lavoratori, dipendenti e collaboratori viene richiesta la conoscenza del Codice Etico.

Essi hanno l’obbligo di astenersi da comportamenti contrari alle norme in esso contenute, di rivolgersi ai propri superiori in caso di necessità di chiarimenti sulle modalità di applicazione e di riferire tempestivamente agli stessi qualsiasi richiesta sia stata fatta loro rivolta ad agire in violazione alle norme.

I Responsabili di funzione sono tenuti a collaborare attivamente ad ogni controllo effettuato dagli uffici preposti dalla cooperativa, dall’Organismo di Vigilanza, da Autorità Amministrative e Giudiziarie.

2.1.1 SELEZIONE DEL PERSONALE
La valutazione e la selezione del personale sono effettuati secondo correttezza e trasparenza, rispettando le pari opportunità ed evitando ogni forma di favoritismo, al fine di coniugare le esigenze di ALICENOVA, con i profili professionali, le ambizioni e le aspettative dei candidati.

2.1.2 GESTIONE DEL PERSONALE
ALICENOVA tutela e valorizza le proprie risorse umane, impegnandosi a mantenere costanti le condizioni necessarie per la crescita professionale, le conoscenze e le abilità di ogni persona, effettuando l’opportuna formazione per l’aggiornamento professionale e qualsiasi iniziativa volta a perseguire tale scopo. ALICENOVA, inoltre, promuove forme di aggiornamento professionale e personale autonome, così da permettere a soci/lavoratori/collaboratori una costante crescita e valorizzazione in base alle proprie specifiche necessità.

2.1.3 CORRETTA GESTIONE DEI RAPPORTI GERARCHICI
È proibita qualsiasi forma di discriminazione nei confronti del personale. Nella gestione dei rapporti gerarchici, deve essere assicurato il rispetto della dignità della persona; è vietato ogni abuso di autorità, la quale deve essere invece sempre esercitata conformemente ai principi di equità e correttezza.

2.1.4 DIVIETO DI ACCETTARE/PROMETTERE DONI O ALTRE UTILITÀ
Tutti coloro che operano per conto di ALICENOVA non sono autorizzati ad offrire, accettare o promettere, per se o per altri, denaro, favori o regali eccedenti le comuni pratiche di cortesia o comunque finalizzati ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione di qualsiasi attività della stessa. Coloro ai quali vengono proposte somme di denaro o regali di notevole valore economico, sono tenuti a non accettarli e a darne comunicazione alla Direzione che provvederà, se necessario, ad informare gli autori della donazione circa la politica aziendale in materia. A loro volta, i soci/dipendenti/collaboratori non devono effettuare donazioni in denaro o di beni a terzi o comunque offrire utilità o favori illeciti di alcun genere (salvo oggetti di modico valore oppure omaggi di cortesia commerciale autorizzati dalla cooperativa) in connessione con l’attività da essi prestata a beneficio di ALICENOVA. L’intrinseca convinzione di agire nell’interesse della cooperativa non esonera i collaboratori dall’obbligo di osservare puntualmente le regole ed i principi del presente Codice.

2.1.5 RAPPORTI CON I SOCI
ALICENOVA crea le condizioni affinché la partecipazione dei soci alle decisioni di loro competenza sia diffusa e consapevole, promuove la parità e la completezza di informazione e tutela il loro interesse nel rispetto della mutualità che le è propria.

2.1.6 UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI
Con riferimento alle dotazioni informatiche, i Destinatari devono usufruirne esclusivamente per fini legati allo svolgimento della propria attività.

E’ fatto divieto assoluto di porre in essere operazioni anche solo potenzialmente idonee a compromettere intenzionalmente, o comunque a danneggiare, la funzionalità e l’integrità del sistema informatico e telematico della società.

2.1.7 COMUNICAZIONE INTERNA
ALICENOVA promuove una comunicazione interna efficiente ed efficace, frutto di:

  • attenta e responsabile produzione dei dati;
  • validazione dei dati elaborati;
  • tempestiva condivisione (sia dal basso verso l’alto che dall’alto verso il basso) da parte di chi detiene informazioni rilevanti ai fini di una corretta gestione della cooperativa.

3. RAPPORTI CON L’ESTERNO

3.1 RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
I rapporti con le Autorità e con la Pubblica Amministrazione devono essere improntati alla massima chiarezza, trasparenza e collaborazione, nel pieno rispetto della legge e secondo i più alti standard morali e professionali.

I soci/dipendenti/collaboratori, salva espressa autorizzazione, non possono relazionarsi in nome e per conto di ALICENOVA con le Autorità e con la Pubblica Amministrazione.

Nei rapporti con i Pubblici Ufficiali, con gli Incaricati di Pubblico Servizio, e la Pubblica Amministrazione in generale, i soci/dipendenti/collaboratori autorizzati si atterrano a massimi livelli di correttezza e integrità, astenendosi da qualsiasi forma di pressione, esplicita o velata, finalizzata a ottenere qualsiasi vantaggio indebito per sé o per ALICENOVA.

A tal proposito i soci/dipendenti/collaboratori autorizzati saranno tenuti a osservare strettamente quanto disposto dal presente Codice, nonché, più in generale, a quanto previsto dalle direttive impartite dal management di ALICENOVA e nei protocolli interni del Modello 231/01.

I rapporti intrattenuti con pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio, con la magistratura, con le autorità pubbliche di vigilanza e con altre autorità indipendenti, nonché con partner privati concessionari di un pubblico servizio, devono essere intrapresi e gestiti nell’assoluto e rigoroso rispetto delle leggi e delle normative vigenti, dei principi fissati nel Codice Etico e nei protocolli interni del Modello 231/01, in modo da non compromettere l’integrità e la reputazione di entrambe le parti.

Ogni rapporto con la Pubblica Amministrazione deve essere esclusivamente riconducibile a forme di comunicazione ed interazione volte ad attuare l’oggetto sociale della cooperativa, a rispondere a richieste e ad atti di sindacato ispettivo, o comunque a rendere nota la posizione e situazione dell’ente.

A tal fine la cooperativa si impegna a:

  • operare, senza alcun tipo di discriminazione, attraverso i canali di comunicazione a ciò preposti con gli interlocutori della Pubblica Amministrazione a livello nazionale e internazionale, comunitario e territoriale;
  •  rappresentare gli interessi e le posizioni in maniera trasparente, rigorosa e coerente, evitando atteggiamenti di natura collusiva;
  • evitare e condannare comportamenti volti ad ottenere un indebito vantaggio o qualsiasi altro beneficio per mezzo di dichiarazioni, documenti, rendiconti allo scopo alterati o falsificati, o per il tramite di informazioni omesse, o, più genericamente, per il tramite di artifici o raggiri, compresi quelli realizzati per mezzo di sistemi informatici o telematici.

La cooperativa proibisce:

– i pagamenti sia diretti sia indiretti effettuati con la consapevolezza di favorire un pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio;

– le offerte o le promesse di pagare o di dare a qualunque titolo cose di valore o altra utilità ad un pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio, o a terzi individuati o suggeriti da questi ultimi a fini corruttivi.

Qualsiasi dipendente, collaboratore, socio, amministratore che riceva direttamente o indirettamente richieste o offerte di denaro o di favori di qualunque tipo – (ivi compresi ad es. omaggi o regali di non modico valore) formulate indebitamente da coloro che operano nel contesto dei rapporti con pubblici funzionari, incaricati di pubblico servizio o dipendenti in genere della Pubblica Amministrazione o di altre Pubbliche Istituzioni – deve immediatamente riferire all’Organismo di Vigilanza per l’assunzione dei provvedimenti conseguenti. La mancata segnalazione sarà considerata grave inadempimento agli obblighi di lealtà e correttezza.

3.1.1 GESTIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI E GARE DI APPALTO
La cooperativa nella partecipazione a negoziazioni, contratti e gare di appalto con la Pubblica Amministrazione adotta condotte improntate ai principi di buona fede, correttezza professionale, lealtà, e legalità verso l’ente pubblico e gli altri soggetti concorrenti.

Nella gestione di appalti pubblici, contratti o convenzioni con la Pubblica amministrazione opera nel pieno rispetto della normativa vigente adeguandosi ad essa.

3.1.2 GESTIONE AMMINISTRATIVA E CONTABILE
La tenuta della contabilità è improntata a criteri di correttezza, trasparenza e completezza.

Nelle scritture contabili devono essere annotate unicamente registrazioni veritiere, rispondenti alla reale natura delle operazioni inserite. I fatti di gestione devono essere rappresentati correttamente e tempestivamente nella contabilità.

Per ogni rilevazione contabile che riflette una transazione societaria deve essere conservata adeguata documentazione di supporto. Tale documentazione deve consentire l’individuazione del motivo dell’operazione che ha generato la rilevazione e la relativa autorizzazione. Ogni operazione deve essere autorizzata, verificabile, legittima, coerente e congrua. In particolare, deve essere possibile la verifica del processo di decisione e il controllo effettuato sull’operazione stessa.

Ogni registrazione contabile deve essere effettuata in modo tempestivo e completo e nel rispetto della normativa civilistica e fiscale; deve essere supportata da idonea documentazione giustificativa.

In mancanza di tale adeguato supporto documentale e formale autorizzazione, nessun pagamento può essere effettuato in nome e per conto della COOPERATIVA.

Le risorse economiche e finanziarie sono gestite esclusivamente secondo le procedure aziendali specificamente previste.

I Destinatari del Codice a qualsiasi titolo coinvolti nelle attività di formazione del bilancio, sono tenuti al rispetto delle norme e dei regolamenti inerenti la veridicità e la chiarezza dei dati e delle valutazioni.

Tutti gli organi della Cooperativa prestano la massima e tempestiva collaborazione agli organismi di controllo che legittimamente chiedano loro informazioni e documentazione circa l’amministrazione della stessa.

Chiunque venga a conoscenza di qualsiasi forma di falsificazione delle scritture contabili deve prontamente informare l’Organismo di Vigilanza.

3.2 RAPPORTI CON ORGANIZZAZIONI POLITICHE E SINDACALI
ALICENOVA non favorisce o discrimina alcuna organizzazione politica o sindacale.

La Società si astiene dal fornire qualsiasi contributo indebito sotto qualsiasi forma a partiti, sindacati o altre formazioni sociali, salvo specifiche deroghe e comunque sempre nei limiti di quanto consentito dalle norme vigenti.

I Destinatari sono tenuti ad astenersi da qualsiasi pressione diretta, indiretta o millantata nei confronti di esponenti politici o rappresentanti sindacali.

L’ente, nel fornire eventuali contributi a movimenti, comitati ed organizzazioni politiche e sindacali, a loro rappresentanti e candidati, adotta procedure e forme documentate, tracciate e conformi alla normativa vigente.

In ogni caso tali contributi sono slegati da qualsiasi interesse, diretto o indiretto, dell’ente ad ottenere agevolazioni, turbative, trattamenti di favore. In nessun caso i suddetti contributi saranno elargiti in un’ottica di reciprocità, escludendosi dunque ogni forma di scambio politico.

3.3 RAPPORTI CON CLIENTI E FORNITORI INCLUSI I CONSULENTI ESTERNI
I soci/dipendenti/collaboratori devono astenersi da qualsiasi forma di comportamento sleale o ingannevole che possa indurre i clienti o i fornitori a fare affidamento su fatti o circostanze infondati.

I soci/dipendenti/collaboratori sono tenuti ad impegnarsi con costanza per offrire servizi puntuali e di alta qualità ai clienti, cercando di limitare qualsiasi forma di disservizio o ritardo al fine di massimizzare la soddisfazione della clientela.

La scelta dei fornitori viene effettuata in base a criteri oggettivi di economicità, opportunità ed efficienza.

È preclusa la scelta di fornitori su basi meramente soggettive e personali o, comunque, in virtù di interessi contrastanti con quelli di società.

I soci/dipendenti/collaboratori devono porre in essere ogni controllo possibile affinché anche fornitori e clienti siano in grado di rispettare i principi etici fondamentali di cui al presente Codice.

3.3.1 OBBLIGO PER I TERZI DI RISPETTARE IL CODICE ETICO
Chiunque intrattenga rapporti contrattuali con la cooperativa è tenuto al rispetto delle leggi vigenti e dei principi del presente Codice Etico, pena la risoluzione dei contratti in essere e la possibilità, da parte della cooperativa stessa di agire per il risarcimento degli eventuali danni patrimoniali e di immagine subiti.

La cooperativa si impegna a comunicare ai terzi i principi previsti dal presente codice etico, inserendo nelle lettere d’incarico ai propri consulenti e nei contratti con i propri fornitori clausole risolutive nell’ipotesi di violazione dei suddetti principi.

3.4 RAPPORTI CON I MASS MEDIA E DIFFUSIONE DELLE INFORMAZIONI
I rapporti con la stampa, i mezzi di comunicazione ed informazione e, più in generale, con gli interlocutori esterni, devono essere tenuti solo da soggetti espressamente a ciò delegati, in conformità alle procedure e politiche adottate dall’ente.

Le comunicazioni verso l’esterno seguono i principi guida della verità, correttezza, trasparenza, prudenza e sono volte a favorire la conoscenza delle politiche aziendali e dei programmi e dei progetti dell’ente.

4. ATTUAZIONE, DIFFUSIONE e controllo DEL CODICE ETICO

4.1 ATTUAZIONE E CONTROLLO
Il presente Codice Etico è parte integrante del Modello di Organizzazione e Controllo adottato dalla Cooperativa sociale ALICENOVA ai sensi del Decreto 231/01.

L’Organismo di Vigilanza unitamente al Consiglio di Amministrazione è costituito garante del presente Codice ed ha il compito di: assicurare la massima diffusione del Codice nei confronti di tutti i Destinatari; accertare ogni notizia di violazione del Codice di Comportamento ed informare gli organi e le funzioni aziendali competenti per l’adozione degli eventuali provvedimenti sanzionatori, secondo quanto previsto nel Sistema Disciplinare; proporre modifiche al contenuto del Codice Etico per adeguarlo al mutevole contesto in cui la cooperativa si trova ad operare e alle esigenze derivanti dall’evoluzione della cooperativa stessa.

4.2 DIFFUSIONE E COMUNICAZIONE

Il Codice Etico è portato a conoscenza di tutti i soggetti interessati interni ed esterni alla cooperativa mediante apposite attività di comunicazione e la pubblicazione sul proprio sito istituzionale.

Allo scopo di assicurare la corretta comprensione del Codice Etico, la Direzione aziendale predispone e realizza un piano di comunicazione/formazione volto a favorire la conoscenza dei principi e delle norme etiche contenute nel documento.

4.3 SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO
Attiene alla Direzione Generale e/o al Consiglio di Amministrazione, la primaria responsabilità di realizzare, mantenere e monitorare il corretto funzionamento e l’efficacia del presente codice etico.

In ogni caso, il rispetto delle prescrizioni del presente Codice è affidato alla prudente, ragionevole ed attenta sorveglianza di ciascuno dei soci/dipendenti/collaboratori, nell’ambito dei rispettivi ruoli e funzioni all’interno della cooperativa.

Tutti i soci/dipendenti/collaboratori sono invitati a riportare ai loro diretti superiori i fatti e le circostanze potenzialmente in contrasto con i principi e le prescrizioni del presente Codice.

5. LINEE GUIDA DEL SISTEMA SANZIONATORIO

5.1 SANZIONI
Per le sanzioni si rimanda al sistema sanzionatorio previsto.

6. DISPOSIZIONI FINALI
Il presente Codice Etico ha effetto immediato dalla data odierna di approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione e sino a sua revisione o aggiornamento.